Il sito di Grazia Napoli
Home
Biografia
Articoli
Donne e non solo
Il mio libro
Il mio blog
Le mie foto
I miei video
Contatti
Email Facebook Twitter
Notizie
vedi tutte >>


Dialogo aperto
Grazia Napoli    Al centro.

E' il nuovo spettacolo di Claudio Baglioni. Già traemesso con grande successo di ascolti su Rai 1 dall'arena di Verona. Ora in tour. In questi giorni a Firenze. Poi a Roma, al Palalottomatica,regno del cantautore romano che - come dic...
leggi blog >>
“Nel Laribinto”, di Antonella Amodio
di Grazia Napoli





        La dislessia. È un disturbo specifico dell'apprendimento, molto diffuso e poco diagnosticato. Ne soffrono in Italia almeno un milione e mezzo di persone. Gli studi sono recenti, ma già tante le pubblicazioni. E’ molto diverso - però - il libro pubblicato da una psicologa potentina, Antonella Amodio. Per la prima volta una dislessica narra in prima persona la propria esperienza, e quella di sua figlia, a sua volta dislessica. Antonella Amodio ce l' ha fatta. Ha tre lauree, è psicoterapeuta, si prodiga per aiutare chi ha vissuto la sua stessa sofferenza e quella di sua figlia.

        “Il Laribinto” come leggerebbe un bambino dislessico confondendo la r e la b maiuscole - è un'autobiografia schietta, a tratti ironica, ma sempre ragionata, frutto di un lungo studio su se stessi e sui meccanismi di questa sindrome. Un problema che necessita di un mutamento culturale, dell' impegno della famiglia e della scuola, che non deve diventare antagonista.

        La Basilicata è l' unica Regione in Italia ad avere una legge sulla dislessia, votata da tutte le forze politiche. Il che ha permesso di cominciare a lavorare seriamente nelle scuole, dotandole - in gran parte - degli strumenti culturali e tecnologici necessari ad affrontare il problema. Il dislessico non è un malato è solo una persona che ha processi di apprendimento diversi: per immagini, per assonanze, attraverso meccanismi individuabili e con cui è possibile imparare a convivere e a superare il “problema”.

        L’impegno delle istituzioni, dei docenti, delle famiglie, delle associazioni c’è. Il cammino è lungo, ma già a buon punto. Nessuno intende fermarsi, anche partendo dalla lettura di questo libro-testimonianza.


  
  
  

 
© 2010 All rights reserved - Web Master