Il sito di Grazia Napoli
Home
Biografia
Articoli
Donne e non solo
Il mio libro
Il mio blog
Le mie foto
I miei video
Contatti
Email Facebook Twitter
Notizie
vedi tutte >>


Dialogo aperto
Grazia Napoli    Al centro.

E' il nuovo spettacolo di Claudio Baglioni. Già traemesso con grande successo di ascolti su Rai 1 dall'arena di Verona. Ora in tour. In questi giorni a Firenze. Poi a Roma, al Palalottomatica,regno del cantautore romano che - come dic...
leggi blog >>
La Casa Museo Aiello di Moliterno
di Grazia Napoli



Figura 1 - Casa Museo


        E’ un piccolo scrigno di ricordi, cultura e speranze la CasaMuseo Domenico Aiello di Moliterno, che conserva anche una piccola biblioteca di viaggio. Gioielli a stampa arrivati in questo angolo di Basilicata da più parti del mondo. Gianfranco Aiello, fondatore della CasaMuseo, che ha voluto nella piccola casa dei genitori, in un vicolo del centro storico, ha trovato questi libri un po’ dovunque.

        Sono la testimonianza che, già nell' ‘800, viaggiatori più che turisti, arrivavano in Basilicata, anche dall' estero, per le ragioni più diverse. Viaggiatori che avevano già a disposizione guide, mappe, notizie descrittive, dettagliate, a volte illustrate. E’ la primissima letteratura di viaggio in Basilicata. Gli albori di un turismo di là da venire, riservato ad un' élite, che - comunque - si interessava alla nostra terra, anche dall'estero. Risale al 1859 una prima guida in tedesco.

        Erano tempi in cui si viaggiava a cavallo o in carrozza. Come mostra una mappa del 1890 con la traccia dettagliata dei sentieri cavalcabili. Un reperto davvero unico. In Basilicata si arrivava anche sull' onda dell' interesse scientifico, soprattutto botanico, in particolare sul Pollino. Tra i luoghi più visitati - come racconta Edward Lehar: il Vulture e le sue bellezze, ma anche il metapontino e i luoghi della Magna Grecia. E’ raro e prezioso un corposo volume sull' archeologia della zona, scritto e illustrato, soprattutto con disegni, nel 1891, da Michele Lacava di Corleto Perticara, fratello del ministro Pietro. E c'era anche chi viaggiava per una delle prime campagne elettorali. Tra le chicche della Biblioteca del Museo: il libro sul viaggio elettorale in Basilicata di un deputato di nome Cuccari. Ma si viaggiava anche per motivi di governo, come Zanardelli nel 1902. E per chi volesse conoscere qualche abitudine in più sulla vita quotidiana di quei tempi, è possibile dare uno sguardo ai regolamenti del Comune di Potenza. Uno di questi - vergato a mano - risale al 1873.


Figura 2 - Casa Museo - Libri


        La piccola CasaMuseo Domenico Aiello di Moliterno racchiude e racconta la storia lucana. Lo fa con i libri, ma anche con stampe, disegni, utensili. Anche se questa antica letteratura di viaggio ci intriga e ci affascina un po' di più.... Una scoperta interessante, che racconta la Basilicata con gli occhi di chi non ci è nato.


  
  
  

 
© 2010 All rights reserved - Web Master