Il sito di Grazia Napoli
Home
Biografia
Articoli
Donne e non solo
Il mio libro
Il mio blog
Le mie foto
I miei video
Contatti
Email Facebook Twitter
Notizie
vedi tutte >>


Dialogo aperto
Grazia Napoli    Al centro.

E' il nuovo spettacolo di Claudio Baglioni. Già traemesso con grande successo di ascolti su Rai 1 dall'arena di Verona. Ora in tour. In questi giorni a Firenze. Poi a Roma, al Palalottomatica,regno del cantautore romano che - come dic...
leggi blog >>
Luca Morelli, Clown, Mimo, Attore
di Grazia Napoli

Scritto per il “Città delle 100 scale Festival”, è stato messo in scena per la prima volta al Teatro
Stabile di Potenza “Le bureau des objets perdus”, “l'ufficio degli oggetti smarriti".





In questo bureau, il protagonista - Un buffone, un guitto, un pagliaccio - entra alla ricerca di qualcosa... in realtà, cerca la sua anima perduta. Gli è scivolata di dosso come una veste di seta.
Come è potuto accadere? si chiede .... La cerca attraverso gli oggetti, che rievocano storie e ricordi. Vengono piano piano fuori da un baule: vecchi abiti, un ombrello, un palloncino rosso, un bonsai, a cui il clown cerca invano di impiccarsi, tra effetti stranianti e comici al tempo stesso

Tra gli oggetti e i ricordi, tra monologo e mimo, cerca soprattutto se stesso e la sua anima smarrita. La ritroverà - alla fine - ma solo quando riuscirà a riconoscersi in uno specchio immaginario, contenuto in una cornice vuota, in cui vedrà davvero se stesso. Quello che è. Non quello che vedono gli altri.





Una musica sempre malinconica - tipica degli spettacoli dei clown, che invita al sogno e all'immaginazione - fa da sfondo a questa ricerca intima e personale.
Sarà solo il rumore della pioggia a spezzare questa musica malinconica, nel momento in cui il Clown torna Uomo, ritrova la sua anima e se stesso.
Il pagliaccio ritroverà la sua umanità, le sue relazioni, la sua anima gemella, la sua avventura. e non sarà più solo.

Come sempre negli spettacoli di Luca Morelli viene coinvolto il pubblico. Scende in platea, sceglie le sue vittime, le fa diventare spalle inconsapevoli e divertite dello spettacolo. Con un effetto in cui non manca la sorpresa, il coinvolgimento, la risata.

L' Ufficio degli oggetti smarriti è un viaggio all'interno delle strade più intime del nostro essere. E’ uno spettacolo in cui è protagonista il clown, ma un clown-raccontato, in cui non manca la poesia, l'ironia, la bellezza.

Cifre stilistiche di questo attore, che - sempre - mette nei suoi lavori emozione, allegria, umanità.
E non è poco

   Città Cento Scale Festival
  
  

 
© 2010 All rights reserved - Web Master